I raggi infrarossi, nuova frontiera.


La fonte di calore per eccellenza è il sole, senza il quale non ci sarebbe la vita.

Già gli antichi romani sfruttavano le onde di calore per riscaldare le loro abitazioni sperimentando sistemi a vapore che riscaldavano internamente le pareti trasformandole in elementi radianti ad infrarossi.

Più tardi furono le stufe in materiali naturali come la pietra o l’argilla a irradiare il calore nelle case, poi la maiolica e infine i metalli come la ghisa.

Oggi grazie alla tecnologia aerospaziale possiamo tornare all’antico e riscaldare le nostre case in maniera sana ed ecologica.
I più recenti studi hanno permesso di realizzare una serpentina, alimentata elettricamente, che produce onde di calore senza arrivare all’incandescenza. Tutto questo ci permette di sfruttare un calore sano e benefico per il nostro corpo e di rispettare il pianeta che ci ospita.